Giornata contro gli Sprechi, E.ON: il 91% degli italiani teme i cambiamenti climatici

13/12/2019 - In occasione della giornata contro gli sprechi 2019, presentata una ricerca sulla percezione del mutamento del clima e dei comportamenti sostenibili.

Dalla ricerca SWG sulla percezione del riscaldamento globale emerge la propensione ad adottare comportamenti sostenibili e la richiesta di strumenti e incentivi per ridurre l’impatto ambientale

“È sempre più scarso il tempo a disposizione per intervenire e contrastare il cambiamento climatico in atto” è il messaggio principale della Giornata E.ON contro gli Sprechi 2019, appuntamento annuale dedicato alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica contro gli sprechi, in corso a Milano al Castello Sforzesco.

Quest’anno infatti il tema della giornata, giunta alla sua quarta edizione, è quello del tempo: il “nostro tempo” in cui è sempre più urgente un’azione delle nazioni e dei cittadini per promuovere consumi e stili di vita più sostenibili, e il tempo meteorologico caratterizzato da fenomeni estremi sempre più frequenti che sono i segni del cambiamento climatico.

La ricerca

Nel corso dell’evento è stata presentata una ricerca originale di SWG dal titolo “Quanto tempo ci resta?”, focalizzata sulla percezione degli italiani in merito al cambiamento climatico e alle azioni da adottare per contrastare tale fenomeno. L’indagine ha evidenziato come oggi gli italiani si suddividano tra un’ampia maggioranza preoccupati per il riscaldamento globale (74%) che chiede di agire tempestivamente, un gruppo di catastrofisti (17% - che ritengono che ormai la situazione sia compromessa) mentre i negazionisti, per i quali il problema non è così rilevante o non esiste affatto, che si attestano al 9%.

Di fronte alla percezione della rilevanza del problema, la richiesta che emerge dagli intervistati è quella di aiutare i cittadini a mettere in atto comportamenti virtuosi: tra le priorità sulle quali ci si dovrebbe concentrare per intervenire a favore dell'ambiente, la maggioranza degli intervistati pensa infatti all’utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili (56%) e all’introduzione di incentivi o meccanismi premianti per chi riduce i consumi (43%).

Sul fronte dell’impegno personale, nel nuovo anno gli intervistati si propongono in particolare di ridurre gli sprechi domestici di energia e gas (35%) e di porre più attenzione all’acquisto di prodotti sfusi, senza imballaggi (34%). Seguono una maggiore scrupolosità nella raccolta differenziata (29%), la riduzione dell’utilizzo di bottiglie e bicchieri di plastica (24%).

Le preoccupazioni sui fenomeni atmosferici trovano conferma nelle rilevazioni meteorologiche, come spiegato da Andrea Giuliacci, Meteorologo e Climatologo Meteo Expert “Un’atmosfera sempre più calda, inevitabilmente, contiene maggior carburante disponibile ad alimentare tutti i fenomeni atmosferici: ecco perché, in gran parte del mondo e in particolare in Italia, le piogge sono divenute più violente. In futuro le temperature saliranno ulteriormente e le piogge diventeranno ancor più irregolari. Tuttavia, l’intensità dei cambiamenti futuri dipenderà soprattutto da quanto saranno efficaci le politiche di mitigazione, cioè quelle azioni volte a ridurre le emissioni di gas serra.”

L’urgenza di adottare modelli e comportamenti sostenibili, evitando gli sprechi, è sempre più riconosciuta e questo è certamente un elemento positivo” ha spiegato Péter Ilyés, CEO di E.ON Italia. “Ad ogni modo, siamo convinti che occorra da un lato continuare a promuovere la diffusione di una maggiore consapevolezza del fatto che l’iniziativa personale possa realmente fare la differenza; dall’altro mettere a disposizione delle persone opportunità, soluzioni e strumenti concreti per ottimizzare e rendere sostenibili i consumi, ottenendo un vantaggio per sé e contribuendo alla salvaguardia del pianeta. Questo è quanto ci proponiamo con i nostri progetti e le nostre soluzioni energetiche, che rientrano nella nostra filosofia d’impresa denominata ‘#OdiamoGliSprechi’”.

Le iniziative della Giornata contro gli sprechi

L’evento, organizzato con il coinvolgimento attivo di Meteo Expert e Pleiadi, società leader nella divulgazione scientifica, e con il patrocinio del Comune di Milano Municipio 1, è dedicato a bambini e ragazzi - cittadini e consumatori del futuro - con un percorso edu-tainment guidato fatto di laboratori e installazioni interattive, dalla durata di un’ora e mezza e incentrato su concetti come la lotta agli sprechi, il rispetto per l’ambiente e l’importanza di risorse preziose come le piante e l’acqua. La giornata di oggi è riservata agli alunni delle scuole milanesi, che ogni anno vengono coinvolti nelle iniziative della Giornata contro gli sprechi, mentre domani l’evento sarà visitabile da tutti, grandi e piccini, gratuitamente, dalle 11.00 alle 18.00, semplicemente registrandosi online.

Nella fotografia, da sinistra a destra: Andrea GIuliacci, Meteorologo e Climatologo Meteo Expert;  Péter Ilyés, CEO di E.ON Italia; Elena Grandi, Vicepresidente del Municipio 1 e di Assessore al Verde Ambiente Arredo Urbano Casa Demanio del Comune di Milano; Davide Villa, CMO di E.ON Italia.

 

E.ON è un Gruppo energetico internazionale a capitale privato, con Sede a Essen, in Germania, con oltre 70.000 dipendenti. Concentrato su due aree di attività principali, si pone come partner per le soluzioni enrgetiche. In Italia E.ON si posiziona tra gli operatori leader nel mercato dell’energia e del gas. www.eon.it

Per contatti:

eit.ufficiostampa@eon.com

Giovanna Di Bacco

T +39 02 89448 432

giovanna.dibacco@eon.com

E.ON Italia S.p.A.
Via Amerigo Vespucci, 2

20124 Milano

Italia