E.ON premia l’Istituto Comprensivo Arcadia di Milano, vincitore del concorso “Odiamo Gli Sprechi”

03/02/2021 - Un orto verticale consegnato direttamente dal CEO di E.ON Italia Péter Ilyés conclude simbolicamente l’edizione 2020 del percorso di educazione alla sostenibilità dedicato alle scuole “Odiamo Gli Sprechi”, lanciato lo scorso autunno.

E.ON Italia ha consegnato questa mattina un orto verticale alla classe 2C dell’Istituto Comprensivo Arcadia - plesso Baroni di Milano. Insieme a un iPad per l’insegnante e a kit personalizzati per gli alunni, costituisce il primo premio del concorso interscolastico “#OdiamoGliSprechi… del sapere”, messo in campo lo scorso autunno dall’azienda energetica nell’ambito del progetto educativo Odiamo Gli Sprechi.

La classe è stata premiata per essere riuscita a far risaltare in modo particolare, attraverso il proprio elaborato sulla scuola del futuro, la creatività e l’attinenza al tema della sostenibilità e del legame uomo-natura.

A consegnare il premio ai bambini e alla docente, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza, sono stati Péter Ilyés, CEO di E.ON Italia e il meteorologo e climatologo Andrea Giuliacci, che hanno poi commentato insieme all’insegnante e agli alunni il percorso svolto insieme raccogliendo pareri e suggerimenti.

Le nuove generazioni sono i cittadini di domani, che dovranno gestire con equilibrio e rispetto le risorse e l’ecosistema del nostro pianeta. Per questo motivo siamo da tempo impegnati per sostenere le scuole nella loro opera di educazione e formazione nei confronti della sostenibilità, energetica e non solo. Invitando gli alunni a prendersi cura delle piante di questo orto verticale, vogliamo accompagnare concretamente i ragazzi in un percorso di consapevolezza e responsabilità verso l’ambiente” ha commentato Ilyés.

Il progetto Odiamo Gli Sprechi

Nata come campagna di sensibilizzazione nel 2016, quest’anno l’iniziativa ha visto E.ON, Meteo Expert e Pleiadi, in collaborazione con Antonella Ferrara, coinvolgere direttamente quasi 50 istituti, con 180 classi e 4.500 studenti,  in un percorso a supporto dell’insegnamento dell’educazione civica, materia reintrodotta proprio nel 2020. Attraverso una serie di attività e strumenti digitali e cartacei per docenti e alunni, E.ON ha così contribuito ad educare e sensibilizzare le nuove generazioni al rispetto e all’uso consapevole delle risorse naturali, in linea con la propria mission aziendale.

Il formato digitale è stato scelto per favorire un utilizzo anche quando si è reso necessario il ricorso alla didattica a distanza, e per permettere a tutti gli istituti, oltre alle scuole già coinvolte direttamente, di poter partecipare al progetto scaricando i materiali nella sezione dedicata del portale E.ON Scuole, che rimarranno disponibili per tutti i docenti che vorranno fruirne anche in futuro.

Alle prime 180 classi che hanno preso parte al progetto è stato poi consegnato un planisfero realizzato in tessuto con tecnologia theBreath®, che filtra l’aria da sostanze inquinanti e batteri.

Nell’ambito del progetto è stata inoltre realizzata una survey, a cui hanno partecipato circa 500 tra genitori e insegnanti, da cui è emerso che le famiglie italiane sono sempre più orientate ad adottare comportamenti e scelte sostenibili, grazie anche alla maggiore qualità dell’informazione e alla formazione dei figli offerta dalla scuola. Quasi metà (40%) delle famiglie ha confermato infatti l’incidenza della formazione e sensibilizzazione dei figli nelle scelte riguardanti sostenibilità e ambiente.

Contatti ufficio stampa

Per ulteriori informazioni contattare:

Giovanna Di Bacco
eit.ufficiostampa@eon.com