E.ON: assegnato il Premio Speciale del Concorso “A City in MIND” al progetto che più si è distinto in materia di efficientamento energetico e riduzione degli sprechi.

  • La classe terza media sez. A della Scuola Santa Caterina da Siena di Sesto San Giovanni (MI) si è aggiudicata il riconoscimento per aver saputo cogliere e interpretare in modo particolarmente efficace e originale i valori promossi dall’iniziativa.
  • Come Premio Speciale, l’azienda ha offerto una lezione dedicata sul tema della sostenibilità a cura di Andrea Giuliacci, meteorologo e professore di fisica dell’atmosfera, in collaborazione con E.ON. L’azienda ha anche conferito alla classe un albero nominativo piantumato nel Bosco E.ON presso il Bosco in Città di Milano.

03/06/2021 - Entusiasmo e partecipazione hanno caratterizzato la mattinata di due classi di terza dell’Istituto Comprensivo Paritario Santa Caterina da Siena, che ha preso il via con un’interessante lezione offerta da E.ON quale Premio Speciale, nell’ambito del Concorso “A City in Mind”. Salute e Benessere nella Città del Futuro” promosso da Fondazione Triulza e diversi partner nell’ambito del progetto MIND Education.

Nel ruolo dell’insegnante il meteorologo e professore di fisica dell’atmosfera Andrea Giuliacci, che ha saputo catturare l’attenzione dei ragazzi e coinvolgerli in un dibattito formativo sulle sfide da affrontare e sulle azioni sostenibili che, giorno dopo giorno, ci possono aiutare a combattere i cambiamenti climatici e a creare un futuro migliore, sostenibile, per noi stessi e per il nostro pianeta. Tra i primi gesti, la piantumazione dell’albero donato da E.ON alla Scuola che avrà così modo di contribuire a rendere la città di Milano più verde.

«Con piccoli comportamenti quotidiani possiamo contribuire a rendere migliore il clima delle nostre città: evitare gli sprechi, avere cura dell’ambiente, riciclare… sono tutti comportamenti che contribuiscono a combattere il cambiamento climatico e a rendere più vivibili le nostre città. E anche per questo sono convinto che valga la pena di andare nelle scuole, dai più piccoli, a spiegare cosa sia il cambiamento climatico e come bisogna comportarsi, nel quotidiano, per preservare clima e ambiente: educare al cambiamento climatico i più giovani significa avere, un domani, adulti consapevoli del problema e più propensi a impegnarsi per risolverlo», ha dichiarato Andrea Giuliacci.

I ragazzi di oggi sono molto più consapevoli della necessità di ridurre gli sprechi, riciclare il più possibile i rifiuti, a cominciare dalla plastica, e dare sempre più importanza alla natura, ai boschi e ai mari. Ma c’è ancora molto da fare. Occorre infatti sensibilizzare le nuove generazioni attraverso un percorso educativo strutturato che promuova un cambiamento in grado di generare un impegno costante verso un futuro migliore e realmente green.

«Noi di E.ON crediamo fermamente nel ruolo sociale dei giovani, per questo li affianchiamo con impegno e convinzione per motivarli a prendere parte a iniziative di sostenibilità ambientale e sociale, come il progetto educativo e di sensibilizzazione Odiamo Gli Sprechi che ha coinvolto, solo nel 2020, 4.500 alunni di 180 classi di scuole primarie e secondarie di primo grado in un percorso di educazione civica a supporto dei programmi scolastici», ha affermato Davide Villa, Chief Customer Officer di E.ON Italia, nonché membro della Giuria del Concorso “A City in MIND

«Il Concorso di idee “A City in MIND” promosso da Fondazione Triulza è perfettamente in linea con l’approccio olistico di E.ON alla sostenibilità, basato sull’attivazione delle persone per i valori in cui credono, creando una community consapevole che condivide idee e buone pratiche in grado di generare un cambiamento diffuso e trasversale», ha concluso Davide Villa

I ragazzi che hanno preso parte all’iniziativa hanno colto pienamente la necessità di produrre azioni concrete per il cambiamento e dato prova di una grande capacità creativa. Tra le diverse proposte presentate dalla Scuola Santa Caterina da Siena: contenitori per raccogliere l’acqua piovana da utilizzare per i sanitari che non necessitano di acqua potabile; giardini di inverno per ampliare la possibilità di fare scuola nel verde anche fuori stagione; pannelli solari per produrre energia rinnovabile, l’isolamento acustico e termico, l’illuminazione efficiente, soluzioni per l’igienizzazione e la raccolta differenziata.

Tali progetti hanno permesso alla Scuola di distinguersi in materia di efficientamento energetico e riduzione degli sprechi e di aggiudicarsi il Premio Speciale conferito da E.ON che, oltre alla lezione, ha incluso la piantumazione di un albero all’interno del Bosco E.ON situato presso il Bosco in Città di via Novara a Milano, con una targhetta che riporta il nome della Scuola a cui l’albero è stato dedicato.

Il Concorso “A City in MIND. Salute e Benessere nella Città del Futuro”, il  cui evento di premiazione è previsto in streaming lunedì 7 giugno, è promosso da Fondazione Triulza in partnership con Arexpo, Lendlease e Fondazione Human Technopole, e in collaborazione con ACRA e con gli altri partner di MIND Education: Università degli Studi di Milano e IRCCS Galeazzi. Patrocinato da ASviS - Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Regione Lombardia, Comune di Milano e Patto dei Comuni del Nord Ovest Milano e sostenuto da Intesa Sanpaolo, ha annoverato E.ON tra gli sponsor della terza edizione.

Per ulteriori informazioni contattare:

Giovanna Di Bacco
eit.ufficiostampa@eon.com