Inaugurati a Chieri "i Boschi E.ON per i condomini ANACI"

05/04/17

Si rafforza la partnership per l’efficienza energetica e la sostenibilità dei condomini italiani

Il progetto si inquadra nell’ampio piano di riforestazione promosso da E.ON, che dai 30.000 alberi già piantumati nel Paese punta a crescere in maniera significativa

5 aprile 2017 – E.ON e ANACI hanno inaugurato oggi presso la Sala del Consiglio del Comune di Chieri il progetto “Boschi E.ON per i condomini ANACI”. Durante la conferenza stampa sono intervenuti il Sindaco del Comune di Chieri Claudio Martano e la Consigliera delegata Ambiente e vigilanza ambientale Elisa Pirro, il Chief Sales Officer di E.ON Italia Cristian Acquistapace, il Presidente Nazionale di ANACI Francesco Burrelli e Alessandro Vezzil, Sales & Marketing Manager di AzzeroCO2.

Da oggi ai condomini associati ad ANACI – Associazione Nazionale Amministratori Condominiali Immobiliari – che sottoscriveranno le offerte E.ON AttivaGas Verde e E.ON SicuraGas Verde per la fornitura di gas naturale verranno intestati cinque alberi del Bosco E.ON per i condomini ANACI. Si tratta di un’area di circa tre ettari nel territorio comunale, nella quale verranno piantumati 5.000 giovani alberi di specie autoctone tra cui il frassino maggiore, il pioppo bianco, la quercia e il salice.

In questo modo i condomini contribuiranno a ridurre le emissioni di CO2 della fornitura e prenderanno parte al progetto di rimboschimento del verde in Italia che punta a diventare uno dei più significativi d’Italia e d’Europa.

“Siamo felici di poter coniugare la nostra iniziativa dei Boschi E.ON con la partnership consolidata con ANACI”, ha commentato Cristian Acquistapace, Chief Sales Officer E.ON. “Il coinvolgimento dei condomini nel grande progetto di riforestazione che stiamo portando avanti, grazie soprattutto al contributo dei nostri clienti, ci consentirà di raggiungere velocemente l’obiettivo di 60.000 nuovi alberi e di promuovere ulteriormente la diffusione della sensibilità nei confronti della salvaguardia ambientale. Continuiamo a fianco dei condomini italiani il percorso verso il nuovo mondo dell’energia, sostenibile ed efficiente”, ha concluso Acquistapace.

E.ON è main partner energetico di ANACI per offrire servizi e soluzioni adeguati alle esigenze di risparmio economico e razionalizzazione dei consumi richiesti dagli amministratori di condominio. In particolare, tra i condomini amministrati da un professionista ANACI che hanno scelto E.ON per la fornitura di energia elettrica, più del 90% utilizza energia prodotta interamente da fonti rinnovabile, certificata dalle garanzie d’origine che attestano la produzione in via esclusiva da fonti rinnovabili.

“Questo progetto permette ai nostri associati di scegliere per i propri condomini una fornitura energetica ancora più sostenibile", ha dichiarato Francesco Burrelli, Presidente Nazionale di ANACI. “Il passaggio verso una maggiore efficienza energetica e sostenibilità ambientale è fondamentale per il patrimonio immobiliare italiano e noi continueremo a favorirlo anche attraverso la partnership strategica con E.ON”.

Questo garantirà un minor indebitamento energetico verso l'estero, creando più ricchezza per i cittadini e una migliore sostenibilità ambientale.

ANACI è da tempo impegnata sul tema delle energie pulite e rinnovabili sostenendo diverse iniziative per lo sviluppo e l'utilizzo di tecnologie innovative, per la gestione degli impianti termici, il controllo dei consumi energetici nelle abitazioni e l'utilizzo di materiali di ultima generazione. Nato dall’adesione dell’Associazione al PAES – Piano d’azione per l’Energia Sostenibile - ANACI ha ideato il progetto Abitare Biotech che ha trovato, fin da subito, il supporto di E.ON.

Il progetto “Boschi E.ON” è stato lanciato nel 2011 in partnership con AzzeroCO2 e ha coinvolto i clienti residenziali nella piantumazione di circa 30.000 alberi in nove aree d’Italia collocate anche all’interno di riserve naturali, parchi nazionali e regionali, per un’estensione di oltre trenta ettari. Nel marzo 2016 l’azienda ha celebrato i risultati raggiunti con un evento all’Unicredit Pavilion di Milano, nel corso del quale ha lanciato l’ambizioso obiettivo di raddoppiare il numero di alberi entro la fine di quest’anno.

“Siamo onorati di essere un partner storico di E.ON per un progetto come “I Boschi E.ON” motivato da una forte attenzione per la tutela del territorio, con un impegno costante che mette al primo posto la mitigazione dell’impatto ambientale delle attività e il benessere delle generazioni future”, ha dichiarato Alessandro Vezzil, Sales & Marketing Manager di AzzeroCO2, società di consulenza energetico-ambientale ad aziende ed enti pubblici.

“Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta della società AzzeroCO2 di realizzare un intervento di forestazione, perché in perfetta sintonia con le politiche ecologiche e ambientali che stiamo perseguendo nel nostro territorio. In linea con le direttive europee, ci siamo fin da subito assunti la responsabilità per la lotta al cambiamento climatico, adottando delle linee di indirizzo chiare per lo sviluppo di un territorio più sostenibile, più equo e rispettoso dell'ambiente”.

Questa la dichiarazione del dott. Claudio Martano, Sindaco della Città di Chieri, un Comune in cui l'Amministrazione ha dimostrato un alto grado di sensibilità alla salvaguardia dell'ambiente, spesso promuovendo un lavoro di sinergia con altri partner finalizzato al raggiungimento di risultati ecologici ottimali.

La piantumazione di 5.000 alberi si aggiunge alle numerose azioni realizzate fino ad oggi, che spaziano dall'adesione al Patto dei Sindaci con obiettivi di politica energetica sostenibile al piano d'azione previsto nell'Agenda XXI, dall'adesione alla Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti alla celebrazione della Giornata Internazionale degli Alberi.

La Città Metropolitana di Torino che, in accordo con AzzeroCO2, ha coordinato questo intervento di riforestazione insieme a quello analogo realizzato in questi giorni nel Comune di Azeglio presso il S.I.C del Lago di Viverone, è da anni impegnata nella valorizzazione dell’ambiente ed in particolare dei Sistemi Verdi provinciali delle Aree protette e dei Siti Rete Natura 2000. “Questo intervento - spiega la Consigliera Elisa Pirro - rientra nell’ambito delle politiche di pianificazione e attuazione del sistema di Reti Ecologiche locali previste dal Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale. La Città Metropolitana ha trovato nel Comune di Chieri un partner particolarmente attivo che insieme ai tecnici metropolitani ed al Politecnico di Torino sta progettando la Rete ecologica comunale all’interno del suo P.R.G., concretizzandone immediatamente le teorie innovative con il rimboschimento di aree marginali importanti per l’ecosistema urbano.